Melissa rimedio contro lo stress e l’insonnia

La Melissa Officinalis è una piccola pianta erbacea perenne, dal profumo di limone le cui proprietà mediche erano già note agli antichi greci che la introdussero in medicina come rimedio per i nervi.

Grazie alle sue proprietà antispasmodiche e antinfiammatorie, e agli oli essenziali che contiene, la melissa è utilizzata nella cura di molti disturbi, quali dolori mestruali, nevralgie, disturbi della digestione, nausea, flatulenza crampi addominali e colite.

L’estratto di foglie fresche di melissa possiede attività antivirale, dovuta alla presenza di acidi polifenolici e polisaccaridi, contro l’Herpes simplex.

La melissa è utilizzata anche nel trattamento del mal di testa, quando è causato da tensione nervosa, grazie alla presenza dell’olio essenziale  che agisce come calmante sul sistema nervoso, e rilassante su quello muscolare.

L’effetto rilassante che esercita sul sistema nervoso autonomo la rende indicata per le stipsi , contro l’insonnia ed il suo olio essenziale applicato sulla pelle esercita un’azione antinfiammatoria, purificante e risolutiva contro l’herpes e tutti gli eczemi di origine virale, rafforzando il sistema nervoso indebolito.

Come fare un infuso di melissa?

1 cucchiaio raso foglie di melissa, 1 tazza d’acqua 

Portare ad ebollizione l’acqua e poi spegnere il fuoco. Versare le foglie nell’acqua e coprire lasciando in infusione per 10 min.

Filtrare l’infuso e berlo al momento del bisogno in caso di crampi addominali, colite spastica, nervosismo e nevralgie.
Dopo i pasti per digerire e prima di andare a dormire per usufruire dell’azione rilassante e blandamente sedativa.

oppure

20 gocce di tintura madre di melissa in poca acqua tre volte al giorno dopo i pasti, e  30-40 gocce la sera prima di coricarsi come rilassante.

Per un bagno rinfrescante, sedativo e riconfortante, versare in una vasca d’acqua moderatamente calda 10 gocce di olio essenziale di melissa, immergersi per 10 minuti, poi asciugarsi tamponando la pelle senza sfregare e riposare sul letto per 20 minuti.

Quali sono le controindicazioni per la Melissa?

Assunta in grandi quantità la melissa, si comporta in modo opposto a quello desiderato. Invece che essere calmante, la melissa potrebbe portare ansia e agitazione.

Inoltre la melissa è controindicata in caso di pazienti con disturbi della tiroide, come l’ipotiroidismo, in caso di gravidanza e durante l’allattamento.

scarica gratis app

trova le erboristerie più vicino a te scarica gratis l'app quiinzona, usa le fidelity card, le offerte, i coupons acquisti e prenota i servizi nei punti vendita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *